PUBLICITACOM.WORDPRESS.COM

Home » Senza categoria » Altre scoperte sulla Maya associati alla distruzione del mondo gurada le foto

Altre scoperte sulla Maya associati alla distruzione del mondo gurada le foto

Sulla parete di una piccola struttura, sepolto sotto i detriti della foresta in Guatemala, gli archeologi hanno scoperto note sul calendario lunare Maya, che si dice potrebbe essere il primo record noto da parte dei rappresentanti di questa antica civiltà 

Questi record appartengono alla stessa calendario Maya che a volte viene erroneamente pensato per predire la fine del mondo il 21 dicembre 2012. I ricercatori che hanno contribuito alla scoperta e decifrazione di questi scritti, hanno detto che il calendario Maya prevede una grande progressione in questo periodo, che avrà inizio nel mese di dicembre di quest’anno, come un nuovo ciclo del calendario.

gli esperti Boston University dicono che il calendario Maya continuerà per miliardi di trilioni di anni nel futuro, alcuni dei quali non possiamo nemmeno immaginare.

Le firme deboli sulle pareti in Guatemala tempo misura numerica nel periodo di sei mesi, in base ai cicli della luna. Anche trovato piccola foto di divinità maya.
“Mi sembra molto chiaro che quello che abbiamo qui è un calendario lunare”, ha detto un altro ricercatore.

E ‘probabile che i numeri sul muro sono scritti da un prete che potrebbe essere stato una figura importante nella Maya, come i Re erano molto interesse per l’astronomia e cercando di armonizzare i rituali sacri con gli eventi nel cielo.

La parete è stato utilizzato nello stesso modo come scienziato moderna potrebbe utilizzare una lavagna, scrivendo le formule più comuni, anziché scrivere in un libro.

Il fatto che questi dettagli del calendario sono stati iscritti sul muro, ha fatto resistono meglio che in qualsiasi libro, qualsiasi libro perché non c’è più nulla dal periodo in cui le iscrizioni sono state fatte, probabilmente intorno all’anno 800 dC, dicono i ricercatori.

Oltre ai numeri iscritti, c’erano immagini su altre pareti della struttura, tra cui l’immagine di un re seduto su un trono.

Questi dipinti sono stati i primi dell’arte Maya trovati nelle pareti di una casa, dicono i ricercatori.
La struttura, coperta di vegetazione, è stato scoperto nel 2010 nel complesso distrutto Maja in Xultun in una zona della foresta del Guatemala. Xultun, una volta a casa per decine di migliaia di persone, si estende per oltre 31 chilometri quadrati e migliaia di strutture che sono rimasti inosservati.

Non è raro che esistano questi risultati. Tali scritti e opere d’arte sulle pareti non stare in pianura Maya, soprattutto in una casa sepolta solo un metro sotto la superficie.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

La Svolta

Opposti punti di vista

Circolo 02PD

a Milano piace democratico

VIAGGIO in SPALLA

TUTTO ACCADE A CASO MA NON PER CASO

la disillusione

La disillusione è l'agnosticismo della speranza

Lettere Lastricate

Ogni frase è un pezzo di anima che si concretizza

A.N.I.M.A. Coaching

Coaching Integrato

Merigrei

uno sguardo sul mondo

Pane e birtilla

Ricette, uncinetto e deliri quotidiani

A.S.D. Folgore Rubiera

Sito ufficiale dell'A.S.D. Folgore Rubiera

ecoinformazioni.wordpress.com/

Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@gmail.com

TeleradioNews ♥ il tuo sito web - qui trovi in prevalenza Italy/World News

«Se un uomo non ha coraggio di difendere le proprie idee, o non valgono nulla le idee o non vale nulla l’uomo» (Ezra Weston Loomis Pound)

Kintsugi Olistica

Il cuore sa che la luce guarisce

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: